lunedì 16 febbraio 2015

"L'abete" di Hans Christian Andersen


 
« Arrivò il domestico, che tagliò l'albero a piccoli pezzi, ne fece un fascio che divampò con una bella fiammata sotto il grande paiolo; si sentirono allora dei profondi sospiri e ogni sospiro sembrava un piccolo sparo; [...] a ogni crepitio che era un sospiro profondo, l'albero pensava a un giorno d'estate nel bosco lontano, o alle notti d'inverno, quando le stelle splendevano nell'aria [...]; ed ecco che l'albero era già consumato! »